lunedì 24 settembre 2012

Una coniglietta tilda tutta x me!!!

Buon giorno :-)
Ieri giornata produttiva, sto facendo un po' di cose x il mercatino del 7 di ottobre qui a San Leonardo, presto vi postero' le foto delle novità...
X ora vi faccio vedere le foto di una coniglietta tilda che avevo realizzato per la figlia di un amico e che invece e' diventata mia!!! La piccola tilda era quasi pronta quando parlando col futuro papà mi ha detto che sarebbe piaciuto molto un morbido nuovo amico alla sua piccolina e cosi ho pensato di realizzare una coniglietta in spugna e senza bottoni, decisamente + morbida e sicura x una bimba ( appena gliela consegno posto le foto, ci vorrà ancora qualche giorno)... e la piccola tilda e' rimasta a me, nn che la cosa mi dispiaccia, anzi, e' posizionata sulla scatola dei bottoni proprio di fronte alla macchina da cucire :-)
Devo dire che mi piace molto, ha un mussino davvero dolce...
Baci e a presto
Alice

7 commenti:

  1. ma che amore!!! :) ti terrà compagnia!!!
    Clelia

    RispondiElimina
  2. Dolcissima!!! Amo lo stile Tilda, i coniglietti è uno dei pochi modelli che non ho ancora sperimentato... Complimenti per questa creazione! ^_^

    Sara

    RispondiElimina
  3. beh è bellissima e cambiando materiale per quello della bimba hai fatto un acquisto per te stessa :-)) sai che mi è venuto troppo da ridere a leggere il tuo commento??? perchè ho fatto proprio il topolino del libro!! il primo sgorbiosetto, ma ne ho quasi finito un altro che mi pare meglio. comunque è verissimo: i punti sono pochi e poi si tratta di imparare le combinazioni ed è bello perchè lo puoi fare sulla poltrona e dove vuoi!
    baciotti
    chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si proprio cosi, puoi lavorare ovunque!!!
      Aspetto di vedere gli altri animaletti e se posso aiutarti chiedi pure, x me il dramma era tradurre i punti :-) ora sto convincendo mia nonna a insegnarmi a fare i talloni delle calze usando i ferri circolari... ma preferisco il gufetto ;-)

      Elimina
  4. bella , more , perche non la regali alla mamma cosi che tenga compagnia al coniglio tilda , posizionato sul termosifone in cucina . fai tu......... bhe al limite me ne fai un altra........baciolini

    RispondiElimina
  5. ecco; avevo intuito di aver fatto tutto dritto ma mi chiedo come ho fatto ahah boh mi sarò distratta dalle istruzioni. Per la tensione io intendevo più che altro per imparare a essere regolare più che per decidere quale fare: nel senso che sono una di quelle che tende a fare le maglie troppo strette e quindi lotto con me stessa per ammorbidirle e arrivare a una via di mezzo :-)
    ti ringrazio per l'indicazione sulla legenda in inglese, forse l'ho anche letto quel sito, comunque mi ci sto districando. il bello è che ora so i termini tecnici in inglese ma assolutamente non in italiano ma non importa, tanto penso di usare sempre libri stranieri!
    baciotto
    chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, io tiro tanto e quindi il lavoro rimane quasi "infeltrito" quindi uso i ferri un n o mezzo in piu' rispetto a quello che c'e' scritto sul gomitolo :-)
      X i nomi nn credo sia indispensabile...
      ho imparato a lavorare a maglia guardando mia nonna ma ero molto piccola e testarda (lo sono ancora!) e quindi i punti li faccio 'a specchio'. anni fa una signora bravissima ha visto come facevo il diritto, prima e' inorridita, ha capito xché x me il rovescio era impossibile, si formavano dei nodi, e quindi ha creato un rovescio solo x me!!! figurati quando ho dovuto imparare a fare aumenti e diminuzioni... tutto diverso, parto dal punto originale e lo adatto al mio modo xsonale e unico di fare i punti!!!
      Quindi vedi che c'e' gente come me messa molto peggio :-)
      E poi se segui il libro dei pupazzi le indicazioni dei punti sono davvero chiare, io nn parlo mezza parola di inglese ma con le figure ho capito :-)
      Quindi in bocca al lupo x la topolina :-)
      Baci
      Alice

      Elimina